Vedi profilo

It's Friday I'm (not) in love - Issue #110

Revue
 
 

It's Friday I'm (not) in love

18 settembre · Newsletter #110 · Visualizza online

Una rubrica per cuori precari ma non disperati. Forse.


Come sempre schiaccia play e… buona lettura.
Si può dedicare la stessa canzone a persone diverse? Possiamo credere a quelle strofe come la prima volta? Quante volte ci diciamo che la persona di fronte a noi “è un qualcosa che non c'è mai stato” salvo rimangiarci tutto al giro successivo?
Gabriel Garcia Marquez diceva che il cuore ha più stanze di bordello, un modo estremamente poetico per dire che si, si può amare a volte anche contemporaneamente, conservandone così la memoria in ognuna di quelle camere. Quello che non ha detto però, è che spesso si tende inconsciamente a riciclarne l'arredamento, a spostarne i mobili da un posto all'altro, in un atto estremo di riciclo, risparmio e più semplicemente di scarsa memoria.
O più semplicemente speriamo di “riabilitare” canzoni, film o luoghi dandogli una nuova chance e possibilmente un lieto fine.
Sabato sera sul palco dell'Ippodromo di San Siro Riccardo Fabbriconi, in arte Blanco, si è esibito davanti a una folla estasiata di 35mila persone, inclusa la sottoscritta. Tutto perfetto. Sul finale partono le note del mio pezzo preferito, Afrodite, e l'attuale golden boy della canzone italiana invita la sua fidanzata a salire sul palco così da dedicarle il pezzo.
Pubblico in delirio.
Come ricordo la prima volta | La prima volta da innamorato |Quel sapore non l'ho mai provato |Tu sei qualcosa che non c'è mai stato”. Diciannove anni e Blanco ha già capito quali tasti bisogna premere per creare la dedica social perfetta.
Eppure il pezzo era stato scritto per la sua ex. Vale lo stesso? L'emozione è sempre quella raccontata? Quando una relazione finisce, al netto delle colpe e degli strascichi emozionali, possiamo riprenderci anche le playlist che abbiamo di fatto “regalato” all'altra persona?
Ieri la scena mi ha fatto bonariamente sorridere. A 19 anni pensi sempre sia vero amore. Poi negli anni successivi inizi, tuo malgrado, a dover per forza di cose ampliare le etichette dei rapporti in cui ti ritrovi ad abitare, apri nuove stanze per l'appunto.
E probabilmente nel farlo qualche porta resta aperta o le pareti sono talmente sottili che le note delle canzoni passate, riprodotte in loop sul tuo Spotify, continuano a riecheggiare anche a metri di distanza.
O più semplicemente un brano è solamente troppo perfetto per restare impolverato in un cassetto e, come ci diamo noi ogni volta una nuova chance di crederci come la prima volta, così magari dedichiamo quella stessa canzone a più riprese. Sperando che sia l'ultima. Che poi, esiste davvero una sola persona giusta per ogni canzone?
Del resto molte, moltissime, relazioni durano il tempo di un passaggio in radio. La buona musica, o comunque quella che ci fa innamorare per davvero (di lei non della persona a cui la dedichiamo), resta per sempre sui nostri scaffali in libreria. Tanto vale continuare a dedicarla. Se non agli altri, almeno a noi stessi.
#ItsFridayImNotInLove

Modern Love
Dalla rubrica settimanale del New York Times “Modern Love” (da cui è tratta la serie disponibile su Amazon Prime)
Please Let Me Do More Laundry and Vacuuming! - The New York Times
Post-it del venerdì
Gli articoli #daleggere della settimana, da buttare casualmente nel bel mezzo di una conversazione che di questi tempi sono sempre utili
You Don’t Have To Compensate For Being Single | by Shani Silver
11 Ancient Solutions for Modern Malaise - The Atlantic
Can We Talk About The Cost Of Being Single Right Now? | HuffPost UK Life
Perché per essere più felice dovresti scoprire la teoria del flusso e metterla in atto
Mixtape e altre storie
Consigli (non) richiesti per sembrare degli alternativi consumati
Afrodite - song and lyrics by BLANCO
E con questo è tutto. Se questa newsletter ti è piaciuta, condividila con qualche altro amante del Friday. Si sa, siamo tutti un po’ cuori allo sbando. E inviami, se hai voglia, consigli e suggerimenti.
Ti segnalo inoltre che It’s Friday I’m (not) in love è anche su Facebook e Instagram per consolidare il suo status di perfetta rubrica millennial.
Se invece sei più interessato a scoprire come andranno le prossime elezioni questa newsletter non ti aiuterà. E puoi cancellarti più giù. (Ma informarti e andare a votare la prossima settimana).
#ItsFridayImNotInLove
Ti piace questa newsletter?
Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Alessia Carlozzo con Revue.