Vedi profilo

It's Friday I'm (not) in love - Issue #111

Revue
 
 

It's Friday I'm (not) in love

25 settembre · Newsletter #111 · Visualizza online

Una rubrica per cuori precari ma non disperati. Forse.


Come sempre schiaccia play e… buona lettura.
In un certo senso l'attrazione è una sorta di specchio che proietta le nostre aspirazioni.” È uno dei passaggi più interessanti dell'ultima puntata di The Minimalists, podcast che saltuariamente ascolto e che mi ricorda di non essere una minimalista neanche per sbaglio, dedicata al disordine che spesso si annida nelle nostre relazioni.
Uno dei punti chiave dell'episodio è che spesso si tende a scegliere e frequentare sempre la medesima tipologia di persone, con il risultato di rimanere costantemente delusi dalla relazione. Una sorta di cerchio che non riusciamo a spezzare.
Un paio di sere fa un'amica si è detta stanca dell'ennesimo ragazzo sbagliato. Non so bene cosa fosse successo e soprattutto il perché di questa frustrazione, ma mi ha ricordato come mi sono sentita io tante volte dopo una nuova delusione. Anni fa una persona più saggia di me mi disse, quasi come un mantra, che il problema non è mai l'altro (almeno nella maggior parte dei casi) quanto le aspettative che proiettiamo verso il prossimo.
A volte ci aspettiamo quel qualcosa dagli altri che di fatto non arriverà mai, perché non sono capaci o semplicemente non possono darcelo. E noi per primi, incuranti di ciò, cadiamo sempre negli stessi pattern e schemi quando impostiamo le nostre relazioni.
Perché questo accade? Non ho una risposta chiara, anzi non credo di averne alcuna. La verità forse, almeno per quanto mi riguarda, è che negli anni sono stata quasi sempre attratta da persone e situazioni che già sapevo non avrebbero avuto fondamenta emotive durature. Forse incoscientemente le sceglievo proprio perché da un lato rappresentavano una sfida da vincere e dall'altro perché potevo giocare in parte in difesa.
Una relazione con del potenziale presuppone permettere all'altra persona di conoscerti meglio intimamente e un tale livello di esposizione e apertura verso l'altro significa anche essere maggiormente vulnerabili.
Così, chi ha tendenze di autosabotaggio si sente soffocare e ricerca compulsivamente qualunque piccolo dettaglio utile per chiudere la relazione per prima.
Nel mio caso invece non sono mai scappata, ma ho sempre corso con il freno a mano tirato. Così ho caricato le mie aspettative sul prossimo, ma allo stesso tempo ho posto dei confini invisibili rispetto a quanto mostrare della mia fragilità. Quale che sia il comportamento di ognuno di noi non cambia il risultato.
Proiettiamo sugli altri la ricerca di una felicità che a conti fatti pare sempre sfuggire. Forse il giorno in cui saremo attratti prima da noi stessi, più che dagli altri, riusciremo anche a rompere gli schemi e a trovare risposte alle domande che ci facciamo ed inviamo in un vocale una sera come tante alle 3 di notte.
#ItsFridayImNotInLove

Modern Love
Dalla rubrica settimanale del New York Times “Modern Love” (da cui è tratta la serie disponibile su Amazon Prime)
Why Is My Husband Marrying Her? - The New York Times
Post-it del venerdì
Gli articoli #daleggere della settimana, da buttare casualmente nel bel mezzo di una conversazione che di questi tempi sono sempre utili
What Capitalism Has to Do With Falling in Love
How to tell if you’re in a one-sided relationship (and what to do about it)
La strana storia di un libro sul love language scritto 30 anni fa e diventato famoso su TikTok
Mixtape e altre storie
Consigli (non) richiesti per sembrare degli alternativi consumati
Vestito a fiori - song and lyrics by Franco126
E con questo è tutto. Se questa newsletter ti è piaciuta, condividila con qualche altro amante del Friday. Si sa, siamo tutti un po’ cuori allo sbando. E inviami, se hai voglia, consigli e suggerimenti.
Ti segnalo inoltre che It’s Friday I’m (not) in love è anche su Facebook e Instagram per consolidare il suo status di perfetta rubrica millennial.
Se invece sei più interessato a scoprire il risultato delle elezioni questa newsletter non ti aiuterà. E puoi cancellarti più giù. (Ma oggi vai a votare).
#ItsFridayImNotInLove
Ti piace questa newsletter?
Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Alessia Carlozzo con Revue.