Vedi profilo

It's Friday I'm (not) in love - Issue #98

Revue
 
 

It's Friday I'm (not) in love

1 maggio · Newsletter #98 · Visualizza online

Una rubrica per cuori precari ma non disperati. Forse.


Come sempre schiaccia play e… buona lettura.
Gli scaffali vicino alle casse del mio supermercato sono il perfetto monito del tempo che passa. Non i capelli più bianchi che scovo dopo la doccia, non le puntate settimanali di una serie tv che ho iniziato. Quegli scaffali sono la perfetta cartina tornasole di come il tempo sia capace di travolgere tutto senza troppo curarsi di come tu ti senta in quel preciso momento.
Solo poche settimane fa dovevo sforzarmi di non comprare una delle dieci differenti tipologie di colombe e adesso, due giorni fa, mi sono ritrovata qualunque tipo di soluzione liquida e spray per combattere le zanzare. Che ancora, a onor del vero, faticano a palesarsi.
Primavera estate autunno inverno… e ancora primavera” citava il titolo di un film del regista coreano Kim Ki-duk. Un modo semplice per ricordarci la ciclicità delle stagioni che tornano, si susseguono e si ripetono senza curarsi troppo di affanni e mancanze.
Lo stesso metodo alla fine viene scrupolosamente applicato proprio nei supermercati. Ad ogni mese corrisponde il suo prodotto di punta, esposto per indurci in tentazione poco prima del pagamento finale. Senza curarsi troppo del nostro di tempo.
Ad un tempo che corre via se ne contrappone uno che si cristalizza per sempre. O che rimane sempre un po’ rarefatto. C'è da dire però che di quelli che ci vengono donati, il tempo dei ricordi è quello più potente. È il tempo dell’eterna compagnia e condivisione perché soli, nei nostri ricordi, non lo siamo mai per davvero.
Ci ripensavo giorni fa quando ho rivisto e salutato per l'ultima volta uno dei miei cugini, mio coetaneo con il quale sono cresciuta, scomparso la scorsa settimana. I matrimoni come i funerali sono i soli grandi eventi dove davvero percepisci la tirannia del tempo. Perché al supermercato puoi optare per la cassa veloce e far finta di nulla, ma durante questo tipo di appuntamenti farti qualche domanda è quasi inevitabile.
Ma soprattutto, quando scompare qualcuno a te caro e che aveva davvero buona parte della vita davanti, anche solo per una mera questione anagrafica, ti ritrovi a pensare a tutta l'assurda quantità di tempo che sistematicamente sprechi senza battere ciglio. Non accorgendotene nemmeno. Proprio come del resto aveva già provato a spiegarci Ozpetek anni fa ne Le Fate Ignoranti.
Così quando una persona con cui sei cresciuta se ne va via da un giorno all'altro, senza neanche il tempo di un saluto, è abbastanza inutile porsi delle domande alle quali comunque non troveresti risposta. Restano i ricordi, quelli sempre, resta un tempo che non segue più le stagioni e le promo lanciate da una voce registrata mentre ti muovi tra le corsie del supermercato, un tempo che non scorre più inesorabile.
È un tempo in cui ognuno ritrova dei frammenti persi durante proprio viaggio, crescendo, un tempo in cui i colori sono a tratti sbiaditi altre volte più saturi. I miei ricordi di questa settimana hanno le fattezze di una casa sul mare, io che corro in spiaggia con i miei cugini, il caldo afoso, i grilli e le pannocchie arrostite la sera. Le giostre e le capriole infinite.
Giornate assolate e dai toni vividi e brillanti che da qualche parte continuano a ripetersi senza sosta. Lì, in quel tempo, ci sono questi e molti altri momenti e, anche se per poco, non sono più sola in fila alle casse di un supermercato milanese.
Per ogni persona della nostra infanzia che abbiamo perso, un ricordo ce ne restituisce l'immagine, i suoni e le risate. Un modo come un altro per resistere alle stagioni che passano e che spesso si portano via ben più di quello che credevamo.
#itsFridayImNotInLove

Modern Love
Dalla rubrica settimanale del New York Times “Modern Love” (da cui è tratta la serie disponibile su Amazon Prime)
The Loneliness of the Locked-Down Single Mother
Post-it del venerdì
Gli articoli #daleggere della settimana, da buttare casualmente nel bel mezzo di una conversazione che di questi tempi sono sempre utili
Schifezze e orrori del dating
10 Practical Ways to Improve Happiness - The Atlantic
Infedeltà: «Solo una coppia su quattro è monogama e felice. Resiste chi non è né ricco né povero»
The Instagram Trend Of The Long-Term Relationship Aesthetic
Mixtape e altre storie
Consigli (non) richiesti per sembrare degli alternativi consumati
Anatomia di uno scandalo
In The Aeroplane Over The Sea - song by Dan Mangan
E con questo è tutto. Se questa newsletter ti è piaciuta, condividila con qualche altro amante del venerdì. Si sa, siamo tutti un po’ cuori allo sbando. E inviami, se hai voglia, consigli e suggerimenti.
Ti segnalo inoltre che It’s Friday I’m (not) in love è anche su Facebook e Instagram per consolidare il suo status di perfetta rubrica millennial.
Se invece sei più interessata a capire cosa indosseranno le star al MET Gala di questa sera questa newsletter non ti aiuterà. E puoi cancellarti più giù.
#ItsFridayImNotInLove
Ti piace questa newsletter?
Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Alessia Carlozzo con Revue.